IUF logo; clicking here returns you to the home page.
IUF
Riunisce i lavoratori agroalimentari e del turismo di tutto il mondo


I lavoratori pakistani si battono contro la interinalizzazione generale nella fabbrica Unilever di Spinoff

Inserito nel sito UITA il 26-Jun-2008



photo



Nel 2004, la ditta Unilever Pakistan ha venduto la fabbrica della marca Dalda di Karachi, fabbrica che produceva olii e grassi commestibili, ad un gruppo di investitori riuniti nella società per azioni "Dalda Foods". Vista la crescente competizione, nel settore degli olii e grassi commestibili, la direzione della Dalda ha applicato i principi di gestione del personale appresi dalla Unilever: spingere al massimo l'emulazione tra colleghi, riduzione costante del personale e della presenza sindacale nella fabbrica. Nei primi mesi dell'anno 2008, Dalda ha guadagnato delle parti di mercato sulla rivale Wazir Ali industrie. Ora i dipendenti stanno lottando contro il rifiuto, della direzione, di riconoscere il diritto di libera associazione dei lavoratori interinali al sindacato.

Tale azione é stata incoraggiata, anche, dal successo della lotta contro l'interinalizzazione della Coca-Cola Pakistan, i dipendenti della Dalda hanno stabilito dei contatti con il sindacto della Coca-Cola e con la UITA. Già oltre 430 lavoratori della Dalda hanno sottoscritto la loro adesione al Sindacato degli Operai della Dalda Food, che ha chiesto la sua registrazione ufficiale alle autorità il 13 maggio. Temendo delle rappresaglie – come Unilver aveva già perpetrato verso i lavoratori interinali della fabbrica di Rahim Yar (in inglese) - il sindacato ha invocato il diritto, previsto dalle disposizioni legislative locali, di "rispettare l'ordine" che impedisce la direzione di porre termine ai contratti di lavoro e di chiudere la fabbrica. Il 26 maggio scorso la direzione ha violato tale diritto mettendo fine a 266 contratti a durata determinata.

E stato solo il 2 giugno scorso che il sindacato, grazie all'aiuto fornito dal membro della UITA la Federazione Nazionale dei lavoratori dell'Alimentazione, delle Bevande e del Tabacco, ha ottenuto la registrazione ufficiale dal ministro del Lavoro e di conseguenza la possibilità di negoziare un contratto collettivo. La direzione ha prontamente risposto incaricando la corte di giustizia di statuare sulla vertenza in quanto i lavoratori interinali non sono direttamente impiegati dalla socità Dalda ma bensi …. da delle agenzie specializzate. La Corte ha chiaramente interrotto il processo delle negoziazioni e fissato la data per una nuova udienza il giorno 23 giugno.

Gli operai hanno organizzato un permanenza costante, sotto una tenda, di fronte alla fabbrica con l'aiuto della Federazione sindacale. Tutti i giorni rappresentanti dei sindacati dei partiti politici e delle associazioni civili si incontrano con i manifestanti rendendo cosi' il "campeggio selvaggio" il simbolo vivente della lotta pakistanese contro la brutale attitudine degli imprenditori di esternalizzare e interinalizzare il lavoro.

Potete manifestare la vostra solidarietà con la lotta del sindacato per la riconoscenza dei diritti dei lavoratori inviando un messaggio a dell'ufficio pakistanese della UITA e a della Federazione Nazionale dei lavoratori dell'Alimentazione, delle Bevande e del Tabacco. L'esempio del messaggio da inviare (in inglese) é qui sotto riportato, vi preghiamo inoltre di inviare una copia di qualsiasi messaggio di solidarietà alla UITA, ringraziandovi anticipatamente per la solidarità e per il sostegno dimostrato.

Esempio del messaggio da inviare al sindacato dei dipendenti della Dalda

Dear Sisters and Brothers,

I have learned of your struggle from the IUF. I fully support your struggle for union rights and recognition at Dalda Foods. I am outraged to learn that management has sought to prevent your union from obtaining collective bargaining status by contending that employees hired through a labour agency should be denied trade union rights because they are not technically employed by Dalda Foods. You work for Dalda Foods, and Dalda management has fired 266 workers simply because they joined the union. Trade union rights are universal human rights, and by denying those rights Dalda management is violating international Conventions which the government of Pakistan is obliged to defend and uphold. Your have my full support - may your struggle end in a victory which will be a victory for workers everywhere!

Yours sincerely