IUF logo; clicking here returns you to the home page.
IUF
Riunisce i lavoratori agroalimentari e del turismo di tutto il mondo


Un nuovo contratto per i lavoratori migranti, e braccianti in Canada

Inserito nel sito UITA il 27-Jun-2008





Il primo ed assoluto contratto speciale per i braccianti, migranti, del Canada é stato firmato dai lavoratori della Fattoria Mayfair. Una fattoria che produce frutta e verdura a Portage la Praire, nella provincia di Manitoba. In giugno, 93% dei 20 dipendenti della fattoria, hanno votato per un accordo di 3 anni, dopo una vertenza durata 21 mesi e guidata dal sindacato canadese UFCW per il ricoscimento del sindacato come interlocutore principale tra la direzione e i dipendenti.

Il sindacato UFCW aveva chiesto la certificazione, come rappresentante dei dipendenti della Mayfair, fin dall'ottobre 2006, in seguito al risultato del voto interno che designava che tale sindacato, con un risultato dei due terzi dei voti, era rappresentativo dei dipendenti – quasi tutti messicani e migrati in Canada sotto l'egida di un programma statale (Programma per i lavoratori stagionali in agricoltura del governo canadese – SAWP). La Mayfair si é opposta alla certificazione argomentando che i dipendenti messicani, e stranieri non erano sotto la loro responsabilità ma bensi' di quella del governo canadese e messicano che avevano firmato l'accordo di cooperazione e qundi non sottomessi alla legislazione locale sulle convenzioni collettive. Il tribunale del Lavoro, della provincia di Manitoba, aveva già lo scorso anno respinto tale requisitoria invocando il principio enunciato dal codice del Lavoro che "dipendente significa una persona impiegata per un lavoro e questo include qualsiasi persona che é sottommessa alla volontà della direzione per eseguire qualsiasi mansione". Mayfair ha sempre agito in quanto datore di lavoro, decidendo delle ore di lavoro e delle condizioni in cui tale doveva essere esplicitato. "un contratto d'impresa viabile e negoziato" era quindi possibile, la Direzione era d'accordo e il sindacato, come tramite della negoziazione, é stato riconosciuto lo scorso giugno.

La ratificazione del voto interno ha permesso, secondo la UFCW che "per la prima volta un gruppo di lavoratori agricoli migranti sono stati in grado di affrontare un conflitto legale per ricoscere il loro diritto di rientrare nel paese, secondo l'anzianità del permesso di soggiorno, per una nuova stagione di raccolta e di conservare l'alloggio fornito dall'imprenditore, senza dover aspettare che un giudice di pace si occupi della loro situazione.

"Il Diritto uguale anche per i lavoratori migranti" é diventato adesso piu' che un concetto, ha detto il Presidente Wayne Hanley del sindacato canadese UFCW. "Questo é un esempio, da seguire, per le centinaia di lavoratori migranti e stagionali che arrivano in Canada per lavorare in agricoltura e nelle altre industrie".