IUF logo; clicking here returns you to the home page.
IUF
Riunisce i lavoratori agroalimentari e del turismo di tutto il mondo


Il sindacato SEIU chiede un' Azione Mondiale sulla società di recupero crediti KKR

Inserito nel sito UITA il 04-Jul-2008





Il ricorso massivo ai debiti ad alto rischio, le aggressive ristrutturazioni, la perdita continua di beni economici, le rapide mutazioni e l'uso sistematico dei cavilli legislativi per non pagare le tasse (molti dei quali sono stati suggeriti dalle stesse società di recupero dei debiti) – sono questi i mezzi adoperati per ottenere degli enormi profitti, vedi fondi privati d'investimento, per le società di recupero dei debiti. I grandi perdenti di queste tecnique operative finanziarie sono i lavoratori, le entrate del bilancio nazionale e l'interesse pubblico. Uno dei piu' grandi e dei piu' anziani fra i fondi d'investimento per il recupero dei debiti é la società americana KKR - - Kohlberg, Kravis, Roberts & Company – "I barbari sono alle porte" che hanno comperato l'impresa RJR Nabisco l'hanno distrutta e messo sulla strada 40.000 dipendenti.

Nel 2007, KKR ha fatto ancora di piu' e piu' grandi affari dei suoi concorrenti diretti, ha guadagnato circa 20 Migliardi di dollari di acquisioni nel mondo intero. Nel suo vasto e diversificato portafoglio ci sono le piu' grandi industrie manifatturiere, i media e i servizi per le multinazionali del mondo.

In un articolo per la OIL, del 2006, la UITA ha messo in evidenza il crescente sviluppo dei fondi d'investimento per il recupero dei debiti come datori di lavoro internazionali e il rischio che rappresentavano per le negoziazioni collettive.


Se questi fondi privati d'investimento sono ricosciuti come delle Multinazionali (visto il loro controllo sull'industria manifatturiera e di servizi nel mondo intero) incluendo anche le 100 associazioni non finanziarie repertoriate dal UNCTAD, essi possono facilmente prendere il posto delle prime 10 multinazionali. Anche la nuova lista della UNCTAD delle prime 50 Multinazionali (inclusa per la prima volta nel rapporto Mondiale degli Investimenti nel 2004) considera le società d'investimento solo come servizi finanziari e riporta pochi dati sugli addetti impiegati. Questa mancanza di considerazione del ruolo di datore di lavoro costituito dai Fondi d'investimentoé é presente anche nei vari rapporti emessi dalla OIL. Il rapporto Mondial sull'impiego, del 2004/05, parla della produttività e della mobilità dei capitali, della relazione esistente tra livello d'impiego e produttività senza prendere in conto gli interessi finanziari che dettano la loro legge sulla flessibilità e la stabilità dell'impiego in un modo finanziarizzato.

KKR, nel 2008, ha sotto controllo 35 società, per un totale di 95 Migliardi di reddito, e piu' di 500.000 stipendiati nel mondo. Se la consideriamo come una società multinazionale, KKR diventa la decima nel repertorio delle 500 piu' grandi Fortune del mondo.

Per sottolineare l'impatto distruttivo dei fondi di investimento per il recupero dei crediti e la necessità di agire per la garanzia dei diritti sindacali ed il giusto pagamento delle imposte da parte dei proprietari di queste società, il sindacato SEIU, affigliato alla UITA, ha organizzato un giorno di manifestazione per il 17 giugno prossimo, incentrato su KKR, hanno previsto delle azioni e dimostrazioni in tutto il mondo.

La SEIU ha preparato del materiale sulla ditta KKR, un esempio di volantino ed un video. Per saperne di piu' e vedere come la vostra organizzazione intende partecipare a questa giornata di manifestazione vedi: http://www.july17action.org/

Per sapere come si svolgono le manifestazioni nella tua città/Stato vedi: jessica.champagne@seiu.org

Per ricevere informazioni e un'analisi dei fondi d'investimento privato, sul loro sviluppo e l'impatto che fanno subire all'impiego, ai sindacati, firma la tua adesione alla lista d'allerta della posta elettronica: the IUF's Private Equity Buyout Watch!