IUF logo; clicking here returns you to the home page.
IUF
Riunisce i lavoratori agroalimentari e del turismo di tutto il mondo


La Conferenza Globale UITA dei Sindacati della Carne identifica strategie di sindacalizzazione e priorità per il settore

Inserito nel sito UITA il 10-Aug-2008



photo



La seconda Conferenza Globale UITA dei Sindacati della Carne si é svolta ad Eastbourne, Regno Unito, dal 23 al 24 Giugno 2008. La prima conferenza di questo tipo si era tenuta a Toronto, Canada nel 2002. Sessanta partecipanti di 22 sindacati da 17 paesi da tutto il mondo hanno preso parte alla conferenza. L'evento é stato sponsorizzato dal sindacato britannico UNITE. Chris Kaufman, Segretario Nazionale per l'Agricoltura della sezione T&G di UNITE ha aperto i lavori.

Un settore in rapida espansione e consolidazione

Con una popolazione mondiale e un reddito medio crescenti nei paesi emergenti, la domanda mondiale per la la produzione e il commercio internazionale di carne e prodotti derivati é in costante aumento, in particolare per pollame e carne di maiale. La consolidazione nel settore a livello mondiale è aumentata negli ultimi anni con l'emergere d'imprese globali come JBS-Swift, Smithfield Foods e Cargill, che hanno sviluppato una presenza globale, sia in termini di operazioni che nelle vendite. Attraverso acquisizioni, fusioni e joint venture, le imprese un tempo leader nazionali o regionali stanno diventando delle potenze mondiali nel settore. Le restanti imprese operanti su mercati nazionali e regionali hanno un'alta probabilità di essere acquistate nel medio termine da una di queste imprese globali o da un loro consorzio.

La Conferenza identifica le principali imprese di carne dove la cooperazione sindacale internazionale è un'urgente necessità

Nel corso della conferenza, i partecipanti hanno appreso dell'acquisizione della società britannica di Moy Park da parte della brasiliana Marfrig, il quarto più grande produttore di carne al mondo. Solo pochi giorni dopo la conferenza, le speculazioni circa un probabile legame piu' stretto tra l'americana Smithfield Foods e la spagnola Campofrío Alimentación sono state confermate, con l'annuncio dell'aumento di capitale di Smithfield in Campofrío dal 24 al 36 per cento. Nel frattempo, Smithfield Group – braccio europeo di Smithfield Food in Europa nata dalla joint-venture con il fondo d'investimento privato Oaktree Capital – verrà fuso con Campofrío. La consolidazione crescente del settore comporta ristrutturazioni, ma crea anche opportunità per il lavoro sindacale internazionale e strategie comuni all'interno della stessa società. La Conferenza ha individuato una serie d'imprese leader nel settore dove é urgente intraprendere iniziative sindacali comuni: tra queste figurano JBS-Swift, Tyson, Cargill, Vion, Groupe Doux, Danish Crown, Sadia, Perdigão, Marfrig e CP Foods. La cooperazione tra sindacati di Smithfield Foods è la piu' avanzata, mentre alcuni sindacati rappresentanti lavoratori della stessa multinazionale hanno avuto l'opportunita' di incontrarsi e prendere contatto in Eastbourne per la prima volta.

Questioni prioritarie nel settore carne

Tutti i partecipanti hanno evidenziato la natura estremamente pericolosa e difficile dell'impiego nel settore di lavorazione della carne, che ricorre sistematicamente a una forza lavoro vulnerabile (migranti, rifugiati, lavoro interinale e precario, ecc.) e dove la crescente velocità della catena di produzione è fonte di disturbi muscolo-scheletrici, risultanti in un'altia incidenza di lesioni ripetitive e tunnel carpale tra i lavoratori. Inoltre, alcuni datori di lavoro nel settore si oppongono ferocemente alla rappresentanza sindacale. Tali questioni evidenziano di per sé che la lavorazione di carne è uno dei settori industriali dove la rappresentanza e il lavoro sindacale sono più che mai necessari.

I delegati sindacali hanno ribadito come una forte rappresentanza e forza sindacale a livello d'impresa e nazionale siano gli elementi fondamentali per difendere con successo i lavoratori del settore, assieme alla creazione di alleanze sindacali internazionali e vincoli di solidarietà concreta tra lavoratori delle stesse imprese e lungo la catena del valore. La conferenza ha analizzato recenti strategie ed esperienze di sindacalizzazione nel settore, come quelle impiegate da UNITE nel Regno Unito e da UFCW negli Stati Uniti e ha esplorato le sfide della sindacalizzazione e accesso ai diritti dei lavoratori in Brasile e in Tailandia.

La Conferenza ha approvato all'unanimita' La Carta di Atibaia, Promossa dagli affiliati Brasiliani dell'UITA, in particolare dal sindacato avicolo CONTAC. Le organizzazioni presenti hanno inoltre espresso solidarietà e supporto al sindacato tedesco NGG i cui iscritti impiegati presso Südfleisch – una divisione dell'impresa olandese Vion – hanno cominciato uno sciopero durante la conferenza a causa di un blocco nella negoziazione collettiva. Clicca qui per leggere l'articolo corrispondente.

Mandato per l'UITA

I rappresentanti sindacali alla conferenza hanno incaricato la Segreteria dell'UITA di redigere un programma d'azione per il settore, compresi piani specifici da realizzare mediante gruppi di sindacati con rappresentanza nella stessa società guidati dalla/e organizzazione/i presenti nel paese di origine della multinazionale e/o con il piu' alto numero di iscritti e capacita' di mobilitazione sindacale. La Segreteria dell'UITA è stata anche incaricata di esplorare metodi e creare strumenti per facilitare e incoraggiare la comunicazione elettronica tra gli affiliati.