IUF logo; clicking here returns you to the home page.
IUF
Riunisce i lavoratori agroalimentari e del turismo di tutto il mondo


I dipendenti del settore agroalimentare stanno preparando un’azione per il lavoro precario

Inserito nel sito UITA il 21-Nov-2008





La lotta per combattere il lavoro precario é stato uno dei temi principali del Congresso, intervenuto a Berlino tra il 20 e il 24 ottobre scorso, della Federazione dell’industria Agroalimentare tedesca NGG, Federazione appartenente alla UITA, e una dei piu’ grandi affigliati.

I molteplici problemi, risultato delle complicazioni sull’applicazione del lavoro precario, é stato uno dei temi piu’ discussi durante il Congresso. Il Segretario Generale, Franz-Josef Möllenberg, ha presentato degli esempi sulla maniera di utilizzare, da parte degli imprenditori, questo tipo di assunzione come una barriera per costringere i sindacati per non ottenere delle negoziazioni in certe imprese.

Molti interventi, dei presenti al congresso, sono stati concentrati sulla necessità di combattere il lavoro precario non solamente in Germania ma in tutta l’Europa e il mondo intero. Una mozione congressuale é stata votata all’uninamità, in piu’ una dozzina di mozioni messe in discussione sono state approvate per l’applicazione a livello regionale o di comitati specifici. Tutti gli interventi hanno avuto come soggetto la limitazione o la sospensione finale del lavoro su appalto e del lavoro precario, in virtu’ d’assicurare dei contratti, ai dipendenti precari, lo stesso trattamento che gli addetti a tempo indeterminato, oltre a definire delle possibili strategie d’azione nei confronti degli imprenditori – sia a livello delle fabbriche che al livello nazionale o d’applicazione degli accordi europei.

Altro grande tema affrontato, durante il congresso é stata l’introduzione sul codice del lavoro tedesco di un stipendio minimale garantito. Il Codice tedesco, uno dei pochi restanti in Europa, che non considera questo aspetto legale. La Germania vive una situazione d’impoverimento dei dipendenti. Da oltre tre anni la NGG, il sindacato Verdi e la Confederazione DGB, sono molto attivi nella campagna di sensibilizzazione per la definizione nazionale di un minimo retributivo orario. Esiste una grande discussione a livello nazionale per aumentare le retribuzioni attraverso la negoziazione delle categorie professionali oltre ad una domanda nazionale per l’emissione di una legge per uno stipendio legale minimo.

Il Congresso, ha inoltre, decretato che lo stato deve mettere in atto una legge per regolare il mercato finanziario, definire una tassa sulle transazioni finanziarie (Imposta Tobin) e prendere la decisione su un programma di stabilizzazione dell’economia reale del mercato delle materie prime e dei servizi, finanziato parzialmente dal Fondo Bancario Europeo.
Il Segretario Generale della UITA, Ron Oswald, presente durante il Congresso, ha messo in evidenza l’impatto negativo della perdita del potere d’acquisto dei lavoratori americani e della crisi bancaria, mondiale, sui rimborsi dei crediti. La povertà in aumento e l’inegalità delle indennizazioni, in caso di disoccupazione, sono alla base di una diminuzione delle possibilità finanziarie dei sindacati. I sindacati tedeschi e tutti i sindacati del mondo devono considerare, come necessariamente primordiale l’azione di aumentare I propri aderenti.

Un’altro tema affrontato é stato il razzismo e i diritti delle vittime, soprattutto nell’ambito del lavoro, tema presentato dall’organizzazione dei giovani del sindacato. Durante il Congresso hanno presentato un progetto congiunto, tra la NGG e la Federazione degli imprenditori dell’industria agroalimentare, per favorire la tolleranza e instruire un dialogo contro il razzismo e la xenofobia durante il lavoro.


I delegati votano per la posizione della NGG “Razzismo carta rossa”

Sono stati ri-eletti, alla grande maggioranza, il Presidente Franz-Josef Möllenberg e alla vice presidenza Michaela Rosenberg e Claus-Harald Guester é stato eletto, per la prima volta, come secondo vice-presidente.