SIDEBAR
»
S
I
D
E
B
A
R
«
I lavoratori dei fast food negli Stati Uniti organizzano una prostesta nazionale contro i bassi salari
December 10th, 2013 by Massimo

Negli Stati Uniti migliaia di lavoratori dei fast food sono scesi in sciopero il 5 dicembre, in segno del crescente clamore che hanno le prosteste sull’equità salariale.

A Chicago centinaia di manifestanti si sono riuniti all’esterno di un McDonald’s alle 6.15 del mattino, e i dimostranti hanno cantato slogan in favore dell’aumento del salario minimo a 15$ per ora. E’ stato il primo di 9 scioperi a Chicago con lavoratori di McDonald’s e ci si aspetta che anche i lavoratori di Wendy’s si astengano dal prestare servizio. Ci si attende che lavoratori a salario minimo partecipino allo sciopero durante la giornata in 100 città, comprese Boston, Detroit, New York, Oakland, Los Angeles e Sant Louis.

Lo sciopero nazionale arriva sullo slancio di un movimento che sembra in grado di aggregare la mobilitazione per l’aumento del salario minimo federale. Il 4 dicembre il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha tenuto un discorso decisivo sull’equità salariale, la quale, ha sostenuto, “è la sfida significativa del nostro tempo”.

Il salario minimo federale, che è quello pagato da molti ristoranti fast food ai loro dipendenti, è 7,25$, o circa 15.000$ all’anno per un lavoratore a tempo pieno. La cifra è stata stabilita in un provvedimento nel 2009, il quale ha aumentato il minimo salariale ma, in termini reali, lo ha lasciato allo stesso livello di quando Harry Truman era in carica – un dato che Obama ha menzionato nel suo discorso di mercoledì.

Il salario minimo è più alto a Chicago, dato che l’Illinois lo ha fissato a 8,25$ per ora. Tuttavia i manifestanti sostengono che è ancora troppo poco. Sostenuti da sindacati quali SEIU a livello nazionale e piccole coalizione in differenti città, a Chicago la campagna Fight for 15 è stata organizzata dal Workers Organising Committee of Chicago ed è composta da una serie di gruppi di azione più piccoli some Arise Chicago e Lakeview Action Coalition, gli organizzatori stanno chiedendo l’aumento del salario minimo federale a 15$ per ora.

Nello stato di New York, dove la più vasta regione metropolitana della nazione, New York, è patria di 55.000 lavoratori nei fast food, il salario minimo è al livello federale di 7,25$.

Nel suo discorso di mercoledì Obama ha chiesto che il livello federale sia aumentato, menzionando nello specifico i lavoratori del fast food a dimostrazione dell’impatto che i dimostranti cominciano ad avere. Il Presidente Obama ha suggerito che avrebbe sostenuto un’azione del Senato volta ad aumentare il salario minimo a 10,10$, benchè i repubblicani si oppongono all’iniziativa. In precedenza Obama nel suo discorso di febbraio sullo “Stato dell’Unione” aveva chiesto che i salari venissero aumentati. I critici dicono che da allora sono stati pochi progressi sono stati.


Leave a Reply

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

»  Substance:WordPress   »  Style:Ahren Ahimsa