Home

I lavoratori di Marriott in Italia conquistano un nuovo contratto integrativo

8 August 2018 News
Versione stampabile

Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, tutte affiliate alla UITA, hanno rinnovato il contratto integrativo per nove hotel italiani della catena Marriott, per un totale di circa 3,000 lavoratori. I punti essenziali del nuovo integrativo sono l'impegno della compagnia a non a non ricorrere all'appalto di servizio per tutta la vigenza del contratto e l'impegno a definire un codice sulla prevenzione delle molestie nei luoghi di lavoro.

Cristian Sesena della Filcams Cgil sottolinea che "questo contratto integrative è estremamente importante non solo per il contenuto ma anche perché Marriott è esplicitamente menzionata così da provare che è possibile siglare accordi con la più grande catena alberghiera".