Home

Impegno congiunto per prevenire le molestie sessuali in Unilever

3 February 2016 News
Versione stampabile

La UITA e IndustriALL, i sindacati internazionali che rappresentano i lavoratori presso Unilever, il produttore mondiale di prodotti alimentari, per la casa e la persona, hanno firmato un impegno congiunto con l'azienda per prevenire le molestie sessuali nei luoghi di lavoro di Unilever.

L'impegno congiunto riconosce che le molestie sessuali sono un problema universale, dentro e fuori i luoghi di lavoro. Mentre l'Organizzazione Internazionale del Lavoro definisce le molestie sessuali come una forma di discriminazione sessuale ed è illegale in molti paesi, resta difficile da affrontare in modo efficace. L'accordo delinea le norme, i principi e le pratiche sulle quali Unilever, la UITA e IndustriALL si impegnano a lavorare insieme per assicurare che questo obiettivo sia raggiunto.

L'accordo dà una definizione chiara e completa di molestia sessuale al fine di garantire che la dirigenza Unilever a tutti i livelli e tutti i dipendenti, compresi i dipendenti di agenzie di lavoro esterne, siano pienamente consapevoli di ciò che costituisce molestia sessuale; stabilisce procedure attraverso le quali i dipendenti sappiano come sollevare un potenziale problema e possano sentirsi sicuri a segnalare eventuali abusi; specifica le misure concrete che l'azienda deve seguire in caso di denuncia; e dà linee guida dettagliate per attuare congiuntamente l'impegno presso ogni luogo di lavoro Unilever e per valutare i progressi.

In una dichiarazione congiunta, disponibile solo in inglese, rilasciata per accompagnare l'annuncio dell'accordo, il segretario generale della UITA Ron Oswald, lo descrive come "un concreto e pratico sforzo congiunto per assicurare che le molestie sessuali siano effettivamente combattute e i diritti di tutti coloro che lavorano per Unilever siano adeguatamente protetti in questo settore vitale", aggiungendo che "non vediamo l'ora di lavorare insieme a Unilever e nostri affiliati presso l'azienda al fine di garantire che sia implementato, monitorato e seguito".

L'accordo originale in inglese è disponibile qui.

(Ringraziamo la Flai-CGIL per la traduzione del documento)